Skip to main content

Tuo figlio difficilmente gioca da solo? Come comportarsi

bambino giocare da solo

 

Ai vostri figli piace giocare da soli? E’ importante fargli capire quali sono i momenti per intrattenersi nel gioco anche in maniera solitaria. E’ bene seguire una serie di consigli per aiutare il vostro bambino a imparare a giocare da solo, così saprà crescere in modo indipendente rendendo anche la vostra vita meno stressante. Innanzitutto bisogna fare in modo che il bambino si abitui lentamente.

 
La scelta del gioco
A volte i bimbi sceglieranno qualcosa con cui giocare in piena autonomia, ma altre volte, capita che i bimbi abbiano bisogno di un pò di ispirazione. Potrete aiutare il bambino a costruire un fortino o iniziare una costruzione con i mattoncini per lui, ma poi, dovrà toccare a loro costruire la storia del proprio gioco.

Trascorrere qualche minuto ad aiutare il vostro bambino a partecipare a un’attività vi aiuterà a mantenerlo più a lungo concentrato e attento. Non interrompeteli: una volta che i vostri figli saranno impegnati a giocare da soli, vivranno momenti davvero molto importanti: meglio non commentare su quello che sta facendo e non chiedetegli di fare qualcosa di differente. Se sta giocando con gusto, è bene non interrompere il suo pensiero. Inoltre è anche importante non dargli tutti i suoi giocattoli insieme e contemporaneamente. Dovrà scegliere un solo gioco per volta: ciò lo aiuterà a concentrarsi senza distrazioni e senza pensare a troppe cose insieme.

 
Bimbi davanti alla tv: non è certo il gioco adatto
Il tempo passato dai bambini davanti a TV, computer oppure davanti agli iPad è molto utile se dovete fare qualcosa e mantenere i bambini tranquilli, ma questa pratica non è di certo sostitutiva dei giochi da fare da soli. Guardare la TV o giocare al computer è principalmente un’attività passiva che non richiede molto in termini di creatività. I bambini, specialmente i più giovani, devono muoversi attivamente con i loro corpi, usando le mani e restando impegnati in giochi reali, fisici. La TV non gli dà questa chance e quindi servono altre attività ludiche: essere in grado di giocare da solo è un’abilità troppo importante per i bambini. Li aiuta a imparare, focalizzare, essere creativi e indipendenti. Niente a che vedere con la tv!

 
Perchè è importante far giocare da solo il proprio figlio
Uno dei migliori regali che potete fare ai vostri figli è la capacità di insegnargli a giocare da solo. Non solo la vita di tutti i giorni sarà più facile (sia per i vostri figli che per voi), ma impareranno molto di più! Le capacità di risoluzione dei problemi e decisionali sono bloccate quando c’è sempre qualcuno a risolverle. L’immaginazione e la creatività non sono praticate quando i giochi sono sempre inventati da qualcun altro! Certo, potrebbe volerci del tempo prima che il bambino smetta di agitarsi o piangere quando è il momento di giocare da solo, ma poi impareranno a rilassarsi e il tempo li farà anche acquisire fiducia in se stessi. Useranno la loro immaginazione, impareranno la relazione tra causa ed effetto e dovranno risolvere i problemi da soli.

Inizialmente certo non sarà facile: dategli tempo! Iniziate con 5 minuti al giorno, poi 10 minuti e poi arriverete fino a 30 minuti o un’ora, poiché il bambino sarà in grado di riuscirci e si divertirà.